dove lavoriamo
#Do1Thing: I miei inaspettati maestri di nuoto
Cisarua, 19 gennaio 2018 – Najib è un Hazara scappato dall’Afghanistan in Indonesia. Prima di arrivare in Indonesia, non sapeva proprio nuotare.
Segue >>>
   
#Do1Thing: Ridere è la migliore medicina
Bogor, 17 gennaio 2018 – Quando pensiamo a un medico tra i rifugiati, la prima cosa che ci viene in mente è che sia lì per prestare cure
sanitarie di emergenza.
Segue >>>
   
#Do1Thing: Condivido il mio sapere con i rifugiati
Cisarua, 15 gennaio 2018 – Sari ha a disposizione un po’ di tempo libero, e conosce bene la propria lingua, l’indonesiano. Eccolo il suo dono per i rifugiati hazara
fuggiti dall’Afghanistan in Indonesia che stanno aspettando di essere
reinsediati in un paese terzo.
Segue >>>
   
#Do1Thing: Aiutare i rifugiati a far emergere il proprio potenziale
Sydney, 14 gennaio 2018 Junghee vive al centro di Sydney con il suo cane Boo, e fa volontariato come insegnante di inglese all’Arrupe Place, il centro di JRS a Parramatta.
Segue >>>
   
#Do1Thing: La speranza dei rifugiati parte da voi
Roma, 9 gennaio 2018 – Sentiamo parlare costantemente di “crisi dei rifugiati”, e l'immensa portata della situazione attuale ci procura un senso di impotenza, di frustrazione. A chi spetta il compito di risolvere la “crisi dei rifugiati”? Si può fare qualcosa? Di chi è la colpa se siamo giunti a questa situazione?
Segue >>>
   
Globale: Lettera di fine anno del Direttore Internazionale del JRS
Roma, 27 dicembre 2017 La vera grandezza di una società si riconosce da come tratta i suoi membri più vulnerabili. Se il Mahatma Gandhi dovesse valutare la nostra società in base al trattamento che ha riservato quest'anno agli sfollati con la forza, non le riconoscerebbe certo un voto tra i migliori. Eppure, esiste sempre un margine di speranza.
Segue >>>
   
Sudafrica: Emancipazione femminile presso gli Arrupe Training Centres del JRS
Johannesburg, 22 dicembre 2017 – In Sudafrica, paese che ospita una delle più consistenti popolazioni di rifugiati urbani del mondo, il JRS gestisce due centri per donne rifugiate e richiedenti asilo.
Segue >>>
   
Uganda: Il consolidamento della pace unisce rifugiati e comunità ospitanti
Adjumani, 19 dicembre 2017 – "Bisogna che la nostra comunità si trasformi e cambi in una comunità pacifica dove non ci siano conflitti violenti", dice Bosco Geri, 28enne leader di comunità nell’insediamento di rifugiati Pagirinya, distretto di Adjumani, nel nord dell’Uganda.
Segue >>>
   
Belgio: Evento conclusivo della campagna I Get You e pubblicazione del rapporto
Bruxelles, 15 dicembre 2017 – La nuova indagine condotta dal JRS Europa comprova che un enorme numero di cittadini europei accolgono con slancio migranti costretti ad abbandonare il loro paese.
Segue >>>
   
Etiopia: Affrontare le difficoltà dell'ambiente urbano
Addis Abeba, 12 dicembre 2017 – L'immagine tradizionale dei rifugiati che vivono in sterminati insediamenti e campi in ambiente rurale non raffigura più in assoluto la reale situazione dei rifugiati.
Segue >>>