dove lavoriamo
Indonesia: I nuovi arrivati festeggiano la Giornata dell'Indipendenza
Bogor, 20 ottobre 2017 – Navid* è uno degli studenti del corso di indonesiano che si tiene presso il Centro didattico del JRS a Bogor, in Indonesia. È un giovane afghano beneducato, di carattere amichevole e pieno di entusiasmo.
Segue >>>
   
Globale: Simposio comparato su religione e rifugiati in Europa
Roma, 17 ottobre 2017 – Dal 12 al 14 ottobre si è tenuto a Roma il simposio Religione e Risposte a Migranti e Rifugiati in Europa: la Chiesa cattolica in una prospettiva comparata, organizzato dalla University of Notre
Dame.
Segue >>>
   
Repubblica Democratica del Congo: In attesa di poter tornare a casa
Masisi, 13 ottobre 2017 – Nella provincia orientale del Nord Kivu, nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), il territorio di Masisi non riesce a venir fuori da un conflitto armato responsabile di violenze di natura etnica e condizioni di instabilità.
Segue >>>
   
Bangladesh: Rispondere al dramma dei Rohingya
Dhaka, 11 ottobre – Il vicedirettore internazionale del JRS, p. Joseph Xavier SJ, sta valutando quali possibilità di intervento abbia il JRS a sostegno dei rifugiati Rohingya in Bangladesh dove, a partire dall’agosto 2017, più di 500.000 persone sono dovute fuggire a causa delle violenze in corso nello Stato Rakhine nel Myanmar.
Segue >>>
   
Colombia: Leadership giovanile come strumento di costruzione della pace e riconciliazione
Cúcuta, 4 ottobre 2017 – Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS) Colombia a Norte de Santander e la fondazione giovanile Quinta con Quinta Crew hanno da poco organizzato un primo workshop congiunto sulla leadership ignaziana.


Segue >>>
   
Globale: Il JRS pubblica il suo Rapporto annuale internazionale 2016
Roma, 3 ottobre 2017 – Secondo le cifre riportate nel Rapporto annuale pubblicato di recente, nel 2016 il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati, che opera in 51 paesi di tutto il mondo, ha raggiunto oltre 733.400 tra rifugiati e sfollati con la forza, un numero leggermente superiore rispetto a quello dell’anno precedente.
Segue >>>
   
Ciad: Studenti del Darfur eccellono nel nuovo piano di studi
N'Djamena, 29 settembre 2017 – A oltre un decennio dallo scoppio del conflitto nel loro paese di origine, i rifugiati del Darfur si trovano sempre ancora nei dodici campi istituiti accanto al confine con il Sudan. In questi campi, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS) conduce il suo più ampio progetto educativo a livello mondiale.
Segue >>>
   
Malawi: Abbattere barriere e aprire porte alle persone con disabilità
Dzaleka, 26 settembre 2017 – Al Campo rifugiati di Dzaleka, i servizi per i disabili sono limitati, ma Fidel Musiri, ex alunno del programma Higher Education at the Margins (HEM) si sta dando da fare per riempire questo vuoto.
Segue >>>
   
Serbia: storia di un ricongiungimento
Belgrado, 21 settembre 2017 – L’anno scorso, a metà giugno, ho incontrato Amira*, giovane donna vulnerabile con quattro figli, un milione di preoccupazioni, molta tristezza sulle spalle, e così tanta forza da salvare e sfamare il mondo intero.
Segue >>>
   
Stati Uniti: Conferito al JRS il Premio Anna Frank
Washington DC, 18 settembre 2017 - La settimana scorsa, l'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi ha conferito al Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati Stati Uniti il Premio Anna Frank. Il premio viene assegnato a persona o organizzazione americana che abbia dato prova di impegno concreto nel combattere intolleranza, antisemitismo, razzismo e ogni forma di discriminazione, difendendo al contempo i valori della libertà e della parità di diritti.
Segue >>>