dove lavoriamo
Sud Sudan: centri temporanei per l’apprendimento
Jamman, 26 giugno 2017 - Sono Titus e vengo da Jammam. Sono arrivato a Huffra a causa del conflitto in corso nel 2015 tra le forze di opposizione e l'esercito nella zona di Jammam. Quando sono arrivato qui, il JRS ha deciso di costruire un Centro temporaneo per l'apprendimento per noi sfollati (IDP), del quale sono infine entrato a far parte come insegnante. 
Segue >>>
   
Repubblica Centrafricana: le testimonianze di alcuni studenti sfollati
Bambari, 23 giugno 2017 - Tra il settembre 2016 e il febbraio 2017, nelle varie regioni del paese, oltre 100.000 sfollati sono stati costretti ad abbandonare le proprie case.Ecco le testimonianze di alcuni giovani testimoni della violenza del conflitto e studenti del JRS.
Segue >>>
   
Accogliere, proteggere, promuovere, integrare: l'Eucaristia e il rifugiato
Città del Vaticano, 20 giugno 2017 – In vista della Giornata Mondiale del Rifugiato celebrata dalle Nazioni Unite, domenica scorsa Papa Francesco ha scelto la Festa del Corpus Domini per ribadire la sua preoccupazione per i rifugiati. Dopo la preghiera dell'Angelus, ha chiesto al mondo di ascoltare le storie di dolore e speranza raccontate dai rifugiati: è infatti in questi incontri personali con i rifugiati che si dissipano paure e ideologie distorte e si costruiscono ponti.
Segue >>>
   
Libano: visita del Direttore Internazionale in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato
Baalbek, 22 giugno 2017 - In Medio Oriente per visitare i progetti dei JRS nella regione, p. Thomas Smolich SJ, direttore internazionale del
JRS, ha celebrato la Giornata Mondiale del Rifugiato insieme al personale e agli studenti della scuola gestita dal JRS a Baalbek, nel Libano.
Segue >>>
   
Globale: Dichiarazione ecumenica congiunta in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2017
Vaticano, 20 giugno 2017 - In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati, insieme a molte altre organizzazioni cattoliche, chiede di costruire ponti di solidarietà con i nostri fratelli e sorelle rifugiati anziché muri che dividono.
Segue >>>
   
Malawi: i giornalisti di comunità sostengono e valorizzano gli altri rifugiati
Dzaleka, 15 giugno 2017 – Dirigendomi verso Hugo, che stava parlando animatamente con alcuni amici, ho notato che aveva in mano una macchina fotografica e un cellulare. Giornalista nella comunità, il 22enne Hugo ha il compito di documentare, diffondere notizie e informare su quanto
avviene al campo rifugiati di Dzaleka, nel Malawi.
Segue >>>
   
Giornata Mondiale del Rifugiato: l’educazione apre il mondo
Roma, 14 giugno 2017 - Per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato,
Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS) ed Entreculturas annunciano, in occasione di una conferenza stampa a Madrid, la campagna “L'educazione apre il mondo”, che sostiene l’accesso all’educazione per i rifugiati e gli sfollati nel mondo, diritto fondamentale di cui sono
troppo spesso privati proprio a causa dello sfollamento.
Segue >>>
   
Siria: e se fossi stato costretto io a scappare?
Roma, 12 giugno 2017 – Quando è iniziata la crisi, nel 2012, ho deciso che avrei dovuto impegnarmi in qualche modo. Volevo aiutare gli altri, e
quindi non potevo stare lì senza fare niente mentre la gente scappava
dai bombardamenti.
Segue >>>
   
Angola: si risponde alla situazione di emergenza
Dundo, 8 giugno 2017 – Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati e l'UNHCR stanno intervenendo in risposta alla situazione di emergenza che si è determinata nella provincia angolana del Lunda Norte, prestando sostegno a migliaia di congolesi in fuga dalle violenze in atto nella regione del Kasai, Repubblica Democratica del Congo.
Segue >>>
   
Grecia: Scelte impossibili
Atene, 7 giugno 2017 – Per Zeinab, crescere a Sanandaj, in Iran,
cittadina nota per essere uno dei centri della cultura curda, sarebbe
dovuto essere un'esperienza del tutto normale, come tante altre.
Segue >>>