osservi tuttle le campagne


Zakyia ha lasciato la Siria insieme alla sua famiglia, ora frequenta la scuola del JRS a Jbeil, in Libano, insieme ai suoi fratelli e sorelle. (JRS Libano)

Jbeil, 27 marzo 2017 – Nada e Zakiya, due adolescenti siriane rifugiate, raccontano come sono fuggite e hanno trovato una nuova casa in Libano.

Nada: ho un solo desiderio, tornare a casa

Mi chiamo Nada, ho tredici anni e sono siriana. Vivevo nel mio paese in pace e sicurezza con la mia famiglia, gli amici, i parenti. Ogni giorno andavo a scuola insieme ai miei cugini, giocavo con gli amici, e ci divertivamo in compagnia.

Un sabato, stavo trascorrendo la giornata con mia nonna, fuori casa. All'improvviso abbiamo sentito qualcuno urlare "Tutti in casa, immediatamente!". Io e mio fratello ci siamo spaventati e mia madre e la nonna ci hanno portato a casa dei vicini. Lì c'era tanta gente, e soldati dappertutto. Tornando a casa, un proiettile vagante è passato tra le gambe della nonna, che è anziana, e abbiamo avuto tanta paura che le fosse successo qualcosa. Alla fine siamo arrivati a casa del nonno, dove c'erano persone nascoste in ogni angolo, in ogni stanza. I nonni erano preoccupatissimi per i figli e i nipotini. Sei mesi più tardi mio padre è venuto per portarci con sé in Libano.

Arrivati lì non eravamo felici, perché avevamo dovuto abbandonare la nostra casa, il nostro paese, gli amici, i parenti. Ci siamo sistemati in un primo momento nel laboratorio dove lavora mio padre, poi abbiamo affittato una casetta accanto a quella di mia zia.

Amo moltissimo il mio paese, e vorrei tanto potessimo tornarci. Vorrei che tutti potessero fare ritorno alla propria casa, alla propria scuola, ritrovare i parenti, e vivere di nuovo sicuri e in pace.

Questo è il mio unico desiderio, e spero che Dio mi ascolti e lo realizzi. Immagino che non sia soltanto mio, questo desiderio, anzi sia condiviso da ogni persona che è stata costretta ad abbandonare la propria casa.

Zakiya: mi manca la vita di un tempo


Mi chiamo Zakiya, ho diciassette anni, e vengo dalla Siria. Mi sono trasferita con la mia famiglia in Libano quando la guerra è arrivata nella mia città. Vivevamo felici, in Siria. Le mie sorelle, i miei fratelli e io andavamo a scuola ogni giorno e giocavamo con i nostri amici. Appena arrivati in Libano, però, non ne avevamo, e rimanevamo sempre in casa.

Un giorno abbiamo sentito parlare della scuola del JRS, e allora mia madre ci ha subito iscritti con nostra grande felicità. Gli insegnanti ci trattano benissimo, con molta attenzione per tutti.  Eppure mi manca la vita di un tempo, e sono triste perché la Siria è ormai un cumulo di macerie. Sono molto riconoscente alla scuola del JRS, perché ci insegna cose sempre nuove.


Countries Related to this Region
Lebanon