osservi tuttle le campagne


Randa parla del suo libro per bambini in occasione della festa di diploma per gli studenti del Centro sociale per l’educazione del JRS a Baalbek, nel Libano. (Kristóf Hölvényi/JRS MENA)

Baalbek, 24 aprile 2017 - Randa è una donna coraggiosa che non si è mai tirata indietro. Negli anni ha visto e vissuto fame e privazioni, bombardamenti e sofferenza, distruzione e morte. Eppure Randa non è il tipo di persona che si lascia abbattere: ha uno spirito combattivo. 

Oggi, questa rifugiata siriana che ora vive a Baalbek, nel Libano, vuole che i bambini del mondo ascoltino la sua storia. È un racconto toccante, scritto in arabo, che lei stessa ha illustrato. In occasione della presentazione del libro presso il Centro sociale per l’educazione del JRS a Baalbek, l’11 aprile scorso, Randa non faceva che sorridere, e a un certo punto ha esclamato: “Oggi è il giorno più felice della mia vita!”. 

La presentazione del libro faceva parte di una cerimonia di diploma durante la quale 53 donne hanno ricevuto un attestato per aver portato a termine con successo uno dei corsi di lingua inglese, alfabetizzazione informatica, o cosmetologia organizzati dal JRS.  La maggior parte delle diplomate erano rifugiate siriane, ma ce n’erano alcune appartenenti alla comunità libanese locale, un’iniziativa importante per la promozione  di una società più inclusiva. Alcune diplomate hanno parlato dell’impatto che il corso ha avuto sulle loro esistenze, del senso di appartenenza che hanno vissuto presso il Centro del JRS, e della trasformazione complessiva di cui hanno fatto esperienza.

Randa ha condiviso con i partecipanti le forti motivazioni che l’hanno spinta a scrivere la storia. Arragheef Alyabes, che significa Il pane secco, è come una favola. In realtà, è invece la storia delle sofferenze e delle privazioni che lei e la sua famiglia, così come molti altri siriani, hanno vissuto.  Un po’ di tempo dopo averla scritta, l’ha letta per la prima volta ai due figli, Akram e Hamza, rispettivamente di dodici e sei anni, cui è piaciuta molto. 

Nello scrivere una storia “per bambini”, Randa voleva renderli consapevoli di cosa significhi provare i morsi della fame, o essere uno sfollato disperatamente in fuga verso un luogo sicuro, spesso senza avere dove andare.  Spera che la propria storia sia di ispirazione per molti bambini e li aiuti a capire che il cibo è un diritto fondamentale di ogni persona e bisogna chiedere che venga rispettato; li aiuti a prendersi cura degli altri e a condividere; ad accogliere e accettare chi è straniero. Questa “storia per bambini” contiene un messaggio che tutti dovrebbero leggere.

Mentre parla della sua storia, viene turbata da tutta una serie di ricordi dolorosi: la morte della sorella minore al momento della nascita; come le nipoti e i nipoti abbiano dovuto mangiare “cibo per gatti” per sopravvivere; come la fame possa distruggere lo spirito di quasi ogni persona.

 “Per chi è affamato”, dice, “anche il ‘pane secco’ significa sopravvivenza, speranza, e può dare nuova vita”. Per Randa, avere da mangiare è un diritto fondamentale di ogni essere umano, e la guerra ne priva le persone.

Randa è anche una brava artista. Ha illustrato il racconto con più di dodici tavole dai colori accesi che catturano vividamente l’anima e il flusso della sua storia. Randa indica con piacere alcuni altri suoi disegni e dipinti che abbelliscono il Centro sociale del JRS. Ha anche fatto un regalo speciale all’organizzazione: un piatto in ceramica meravigliosamente dipinto e una borsa creati da lei per esprimere la propria gratitudine.

Da più di un anno ormai Randa frequenta il JRS, ed è molto grata per il senso e l’identità che l’organizzazione le ha offerto.  È contenta di aver portato a termine con successo sia il corso di informatica sia quello di inglese; e lo ha potuto fare in gran parte grazie al fatto che i figli  ricevono l’attenzione di cui hanno bisogno, e al coaching educativo fornito dal JRS.

Per Randa la vita è stata un viaggio lungo e difficile partito da Al-Zabadani, in Siria. Nada El Myr, direttrice di progetto del JRS Baalbek, esprime il sentimento di molte altre persone quando afferma che “Randa è per tutti noi simbolo di forza e di coraggio. È un grande esempio di donna che raggiunge gli obiettivi che si è prefissa, nonostante le tante difficoltà e sofferenze. Una persona che sta aiutando questo mondo a diventare un posto migliore”.

- P. Cedric Prakash SJ



Countries Related to this Region