osservi tuttle le campagne


David Bulambo e le sue tre figlie che ora vivono a Hamilton (Ontario), in Canada. (JRS USA)

Ontario, 3 luglio 2017 - "Essere padre è una responsabilità per la vita. Non sei più da solo, e la tua esistenza è legata a quella dei tuoi familiari. Quando poi uno di loro si trova ad avere necessità particolari, la responsabilità è ancora maggiore", dice David Bulambo, ex rifugiato congolese reinsediato in Canada il mese scorso con le sue tre figlie - due delle quali hanno bisogni speciali.

David ha lasciato il proprio paese di origine, la Repubblica Democratica del Congo, nel 1996. A quel tempo era da solo e in fuga da un paese che aveva ucciso milioni di persone tra cui quattro familiari. Pensava di poterci tornare, ma in vent'anni la situazione non è mai migliorata ed era ancora un rifugiato.

Nei primi dieci anni, David cercava di sopravvivere da solo a quella che definisce "la vita più dura che esista" nel campo rifugiati di Kakuma, a 120 chilometri dal confine con il Sud Sudan. "Entrare in un campo rifugiati è un'esperienza che ti ferma la vita. Ti ritrovi isolato dal mondo, a dipendere dagli aiuti per vivere. Senti di non avere più speranza". 

La vita nel campo di Kakuma ha continuato a essere terribile fino a quando il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati non ha avviato un programma di borse di studio, e David è stato uno dei primi a fare richiesta. Racconta che il giorno in cui gli è stata assegnata è stato come quando nella vita ti offrono un'altra opportunità. Sapeva che l'educazione sarebbe stata l'unica via di uscita dal campo, e aveva ragione. Dopo aver portato a termine il primo ciclo di studi in comunicazione e lingue straniere nel 2008, si è assicurato l'opportunità di andare a Nairobi e proseguire con il secondo ciclo. "È merito del JRS se ho potuto ottenere un'educazione di livello universitario e tutto ciò che è venuto dopo", dice David.

Trasferitosi a Nairobi, ha anche messo su famiglia, si è sposato e ha avuto tre figlie. Nonostante la paternità fosse la sua gioia più grande, ha subito capito quanto fosse impegnativa quando una delle figlie è risultata essere affetta da autismo. "Scoprire che nella tua famiglia qualcuno ha un problema di salute incurabile è devastante". E David non sapeva da dove cominciare. "Ho dovuto cercare su Google per capire di cosa si trattasse".

Le cose si sono fatte ancora più difficili quando anche la seconda figlia ha cominciato a mostrare gli stessi sintomi, le è stato diagnosticato lo stesso disturbo, e la moglie ha cominciato a soffrire di una grave forma di depressione. Le scuole non avrebbero accettato le bambine, gli specialisti erano troppo costosi, e lui si è fatto carico di tutte le difficoltà familiari.

 "Dovevo rimanere a casa tutto il giorno - e sempre sveglio per essere certo che tutto andasse bene. Quando non ci sono sentono la mia mancanza. A casa devo proteggere tutti: ecco perché dico che essere padre è una responsabilità per la vita". 

L'amore di David per la sua famiglia non è mai cambiato, anzi, si è fatto sempre più forte.

Ad un certo punto, ha saputo che sarebbe stato reinsediato con la famiglia a Hamilton, nell'Ontario, in Canada - un posto in cui sono disponibili le risorse necessarie alle figlie e alla moglie. "In Canada c'è speranza", ha detto David. Dopo solo un mese, si è rivolto ad alcune scuole che accetteranno le figlie, e ha trovato sostegno per i loro bisogni speciali.

Dice di dovere questa speranza all'educazione che ha ricevuto quando era rifugiato. "L'educazione ha il potenziale di aprire la vita delle persone. A me ha restituito la mia. Studiare è stato di fondamentale importanza per riuscire a gestire il mondo circostante, anche quando le cose erano molto impegnative. L'educazione ricevuta lo sta ora aiutando a vivere la sua nuova vita, e a essere padre.

David ha un messaggio per gli altri padri rifugiati come lui. "I padri non dovrebbero perdere la speranza. Dobbiamo trovare la forza di continuare a prenderci cura dei nostri figli, perché il loro futuro dipende da cosa gli viene dato".



Countries Related to this Region
Canada