osservi tuttle le campagne


Bambini haitiani si preparano per la cerimonia di inaugurazione della scuola.

Tilory, 18 luglio 2017 - A causa di disastri naturali come il terremoto del 2012 o delle condizioni di estrema povertà, molti haitiani sono stati costretti a migrare sia all’interno del paese sia nella vicina Repubblica Dominicana. Fenomeno migratorio che ha spesso provocato gravi violazioni dei diritti umani: prevaricazioni contro i lavoratori, violenze sessuali e di genere, abusi nei confronti dei bambini, e traffico di esseri umani. Spesso vittime del traffico e costretti a lavorare come domestici nelle case, o come braccianti agricoli, o venditori ambulanti, i bambini haitiani sono particolarmente vulnerabili.  

Questo tipo di pericolo è evidente a Tilory, piccola città di confine ad Haiti dove i bambini, noti localmente come “restaveks”, lavorano come domestici e vengono spesso sfruttati e abusati. Altri finiscono a mendicare per le strade delle cittadine di frontiera ad Haiti e nella Repubblica Dominicana, rendendosi così vulnerabili alle violenze. Ad aumentare questa loro vulnerabilità, si aggiunge il fatto che Tilroy è situata in un’area remota raggiunta da una tortuosa strada sterrata, e non ci sono sufficienti scuole per accogliere tutti i bambini della comunità.

Il JRS Stati Uniti, la cui missione è di educare, servire e difendere i rifugiati e gli sfollati con la forza, ha usato un approccio globale per alleviare le sofferenze di questa comunità per mezzo di opportunità educative ed economiche. E lo ha fatto con il contributo generoso del dott. Thaddeus Regulinski, grazie al quale ha potuto costruire una scuola, creare un centro di formazione, e fornire accesso all’acqua potabile.

La scuola, che è stata edificata in due anni, è un edificio di tre piani per un totale di 15 aule che accoglierà 510 studenti. È stata inoltre dotata di pannelli solari per la fornitura di energia elettrica, che consentiranno alla comunità di utilizzare l’edificio sia di giorno che di notte.

Il JRS Stati Uniti si è anche impegnato nell’opera di potabilizzazione delle risorse idriche e in quella di riforestazione sia a Tilroy sia nelle comunità vicine. Insieme a partner haitiani e dominicani, il JRS Stati Uniti ha aiutato a portare a termine un centro di formazione pilota per la comunità che si occupa di attività agricole, irrigazione intensiva, semina, e messa a dimora di alberi.

“La scuola è un’eredità viva da trasmettere ai vostri figli, ai loro figli, e ai figli dei loro figli”, ha detto il dott. Regulinski alla cerimonia di inaugurazione della scuola il 26 maggio.

Liana Tepperman, responsabile dei programmi del JRS Stati Uniti, ha spiegato che la comunità di Tilroy ha preso parte alla costruzione, e ora ha voce in capitolo nella gestione della scuola, la selezione degli insegnanti, e la qualità della didattica offerta ai bambini. “Insieme al dott. Regulinski, il JRS ha solo offerto un’opportunità. Farne buon uso è ora compito della comunità, che ha già espresso e dimostrato il grande desiderio di impegnarsi in tal senso”, ha soggiunto la Tepperman.

Il JRS Stati Uniti lavora con partner locali da più di 15 anni per soddisfare le necessità dei migranti haitiani e degli apolidi di origine haitiana, partendo dall’opera di protezione di migranti e rifugiati che i gesuiti della Repubblica Dominicana e di Haiti hanno portato avanti negli ultimi 70 anni. L’apertura della scuola rappresenta il compimento di questo lavoro cominciato in risposta al terremoto del 2010 che ha distrutto vaste aree del paese e costretto allo sfollamento tanti haitiani.

Volete maggiori informazioni o sostenere il lavoro svolto dal JRS nell’ambito dell’educazione? Cliccate qui per sostenere la nostra Iniziativa di Educazione Globale.


Countries Related to this Region