osservi tuttle le campagne


Ammar dopo il primo intervento chirurgico agli occhi.

Damasco, 22 marzo 2018 – “Guarda, ora sono come te”, dice Ammar* sorridendo con fierezza mentre si toglie gli occhiali per dimostrare che può aprire completamente gli occhi.

Ammar, che ha dodici anni, è affetto da una condizione genetica che provoca un abbassamento delle palpebre, indebolendogli la vista e danneggiando completamente le retine.

Le sue condizioni sono peggiorate quando sei anni fa è stato sfollato insieme alla famiglia dal Ghouta orientale. Poco dopo lo sfollamento, il padre è sparito e, non più in grado di fare fronte alle spese mensili, la famiglia è stata sfrattata dalla casa in cui viveva.

Di recente, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati è riuscito ad aiutare Ammar organizzando un intervento chirurgico per sollevare le palpebre, preparandolo così a un’operazione successiva di cui avrà bisogno quando sarà più grande.

L’intervento non è solo riuscito a fargli aprire gli occhi, gli ha schiuso anche lo spirito. In passato, al Centro del JRS Damasco sedeva da solo tutto il giorno, ora invece prende parte ad attività di cui aveva sempre avuto timore, come per esempio cantare. 

 “A scuola ora ho un gruppo di amici. Ci divertiamo molto e facciamo tante attività tutti insieme. Qualche volte vado anche a scuola da solo”, dice Ammar spiegando come il suo modo di vivere sia cambiato dopo l’intervento chirurgico.

Anche se ha ancora bisogno di aiuto per arrivare a scuola o andare in giro per il quartiere, la sua situazione è notevolmente migliorata.

Ammar continuerà a studiare al Centro del JRS a Damasco dove gli insegnanti di sostegno lo aiuteranno con i compiti a casa e le attività di scrittura affinché possa cominciare a mettersi in pari con i compagni di classe.

“Voglio diventare un attore e ballare più che posso qui - Posso fare molto”.

Solo il tempo lo confermerà. Per il momento, però, la gioia negli occhi Ammar dice davvero tanto delle sue speranze per il futuro.

*Tutti i nomi e gli identificativi sono stati cambiati per proteggere la privacy delle persone

Clicca qui per sostenere il lavoro del JRS in Siria.


Countries Related to this Region
Syria