Area news
Con uno staff di oltre 1.500 persone in tutto il mondo, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati è una risorsa importante per i giornalisti che cercano informazioni sulle ultime novità in merito alle migrazioni forzate nel mondo. I giornalisti che visitano questo sito hanno accesso a comunicati stampa e notizie recenti che riguardano i rifugiati e altri migranti forzati, aggiornamenti su progetti e attività del JRS, discorsi, contenuti speciali e altro materiale.

I programmi del JRS sono realizzati in oltre 50 uffici nazionali e attraverso una vasta rete di partner e ogni anno contano oltre 900.000 beneficiari in tutto il mondo.

La nostra rete mondiale di responsabili della comunicazione degli uffici regionali, basati in Africa, Asia, Europa e America Latina, è in grado di fornire aggiornamenti sulle emergenze e contatti del personale che opera sul campo.

Lo staff regionale può fornire informazioni sui programmi del JRS e sulle priorità del lavoro di advocacy o offrire informazioni dettagliate sulle crisi globali in corso.

Per domande da parte dei media e per organizzare un'intervista, contatta il nostro staff dell'area comunicazioni.

Per qualunque altra richiesta, chiama +39 06 689 77609

Camerun: il viaggio di fede di uno scolastico gesuita
Batouri, 7 settembre 2017 - “Ho imparato molto e approfondito la mia fede” dice Jeevan James, scolastico gesuita della Provincia di Karnataka, in India, parlando dell’esperienza fatta in Camerun con il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS).
Segue >>>
Canada: La paura dei rifugiati e dei richiedenti asilo
Montréal, 5 settembre 2017 – L'attuale situazione ci invita a riandare ai fondamenti della nostra comune umanità e ai legami essenziali di solidarietà che sono alla base dei rapporti sociali. 
Segue >>>
America Latina: dichiarazione regionale sulla situazione della popolazione migrante venezuelana
Bogotà, 28 agosto 2017 – Il Venezuela sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia recente, non solo sotto il profilo politico, ma anche sul piano economico e sociale.
Segue >>>
Globale: Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018
Città del Vaticano 22 agosto 2017 – Il Vaticano ha reso pubblico ieri il messaggio del Santo Padre per la 104° Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato che si terrà il 14 gennaio del 2018.
Segue >>>
Dichiarazione congiunta in occasione della Giornata mondiale contro la tratta di persone
28 luglio 2017 - In occasione della Giornata mondiale contro la tratta di persone, chiamiamo l'attenzione della comunità internazionale sul reato della tratta di esseri umani che colpisce ogni paese. Le persone sono trafficate in ambito locale e oltre le frontiere nazionali, per servitù domestica, sfruttamento sessuale e lavorativo, accattonaggio, matrimonio forzato, rimozione di organi, utero surrogato e per atti criminali.
Segue >>>
Globale: aperte le iscrizioni al corso di Educazione in situazioni di emergenza
Roma, 20 luglio 2017 – Sono aperte le iscrizioni al corso di Educazione in situazioni di emergenza organizzato in collaborazione dal Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati e dall'Istituto Affari Umanitari Internazionali (IIHA) della Fordham University.
Segue >>>
Europa – Direttore del JRS Europa Sudorientale premiato dal Parlamento Europeo
Zagabria, 13 luglio 2017 – Il direttore del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati Europa Sudorientale, Tvrtko Barun SJ è uno dei vincitori dell'edizione di quest'anno del Premio del Cittadino europeo.
Segue >>>
Iraq: dedicare particolare attenzione ai rifugiati dimenticati
Dohuk, 11 luglio 2017 - Il JRS era già presente in Iraq, nell'area di Erbil, fin dal 2014, e l'anno scorso ha deciso di ampliare il proprio intervento verso nord, nella provincia di Duhok, dove le necessità sono imponenti.
Segue >>>
Siria: il nostro lavoro prosegue nonostante il caldo e l'incessante clima di violenza
Aleppo, 10 luglio 2017 – In Siria, il clima si fa sempre più caldo, in senso letterale e metaforico. Con temperature che durante il giorno hanno raggiunto i 40-45°C in gran parte del paese, per molti di noi è stato davvero faticoso.
Segue >>>
Libano: visita del Direttore Internazionale in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato
Baalbek, 22 giugno 2017 - In Medio Oriente per visitare i progetti dei JRS nella regione, p. Thomas Smolich SJ, direttore internazionale del JRS, ha celebrato la Giornata Mondiale del Rifugiato insieme al personale e agli studenti della scuola gestita dal JRS a Baalbek, nel Libano.
Segue >>>
Dichiarazione ecumenica congiunta in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2017
Vaticano, 20 giugno 2017 - In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati, insieme a molte altre organizzazioni cattoliche, chiede di costruire ponti di solidarietà con i nostri fratelli e sorelle rifugiati anziché muri che dividono.
Segue >>>
Accogliere, proteggere, promuovere, integrare: l'Eucaristia e il rifugiato
Città del Vaticano, 20 giugno 2017 – In vista della Giornata Mondiale del Rifugiato celebrata dalle Nazioni Unite, domenica scorsa Papa Francesco ha scelto la Festa del Corpus Domini per ribadire la sua preoccupazione per i rifugiati. Dopo la preghiera dell'Angelus, ha chiesto al mondo di ascoltare le storie di dolore e speranza raccontate dai rifugiati: è infatti in questi incontri personali con i rifugiati che si dissipano paure e ideologie distorte e si costruiscono ponti.
Segue >>>
Siria: e se fossi stato costretto io a scappare?
Roma, 12 giugno 2017 – Quando è iniziata la crisi, nel 2012, ho deciso che avrei dovuto impegnarmi in qualche modo. Volevo aiutare gli altri, e quindi non potevo stare lì senza fare niente mentre la gente scappava dai bombardamenti.
Segue >>>
Angola: si risponde alla situazione di emergenza
Dundo, 8 giugno 2017 – Il Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati e l'UNHCR stanno intervenendo in risposta alla situazione di emergenza che si è determinata nella provincia angolana del Lunda Norte, prestando sostegno a migliaia di congolesi in fuga dalle violenze in atto nella regione del Kasai, Repubblica Democratica del Congo.
Segue >>>
Grecia: Scelte impossibili
Atene, 7 giugno 2017 – Per Zeinab, crescere a Sanandaj, in Iran, cittadina nota per essere uno dei centri della cultura curda, sarebbe dovuto essere un'esperienza del tutto normale, come tante altre.
Segue >>>
Sudafrica: Gli operatori sociali accompagnano i rifugiati in ogni situazione
Johannesburg, 5 giugno 2017 – Marcelline, operatrice sanitaria del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati a Johannesburg, mi lancia un sorriso caloroso e rassicurante mentre usciamo per andare a visitare alcuni suoi pazienti. 
Segue >>>
Colombia: la sfida del peacebuilding
Bogotá, 1 giugno 2017 - Per 50 lunghi anni, gruppi armati hanno coinvolto la Colombia in un conflitto armato. Durante la fase più intensa, dal 1990 al 2004 – quando, secondo una classificazione internazionale, si era raggiunto il livello definito di "conflitto armato primario" – era coinvolto praticamente l'intero paese. 
Segue >>>
Angola: migliaia di rifugiati dalla RDC hanno urgente bisogno di assistenza
Dundo, 17 maggio 2017 – "La situazione qui è disperata, urgentissima. Migliaia di congolesi stanno scappando dalla Repubblica Democratica del Congo e cercano rifugio nel vicino Angola", riferisce Tim Smith, direttore regionale del JRS Africa Meridionale, al suo rientro dall'Angola nordorientale. 
Segue >>>
Iraq: accompagnando gli Yazidi
Erbil, 11 maggio 2017 – Il 19 aprile per gli Yazidi è stato Capodanno. Che gioia incontrare alcuni di loro a Sarsink, nel distretto iracheno di Dohuk proprio in quella data, salutarli con un "Jajna ta Piroz"! Ogni famiglia portava un vassoio con delle ciotole piene di dolcetti, uova sode dai gusci colorati, caramelle, frutta e, per non farsi mancare nulla, anche un pacchetto di sigarette.
Segue >>>
Repubblica Centrafricana: grave preoccupazione per il deteriorarsi della situazione della sicurezza
Bangui, 3 maggio 2017 - A oltre quattro anni dal colpo di stato del 2013 e dalla nuova crisi che ha investito la Repubblica Centrafricana
Segue >>>
Sud Sudan: innamorato di un Dio sfollato
Maban, 5 aprile 2017 – Vengo da Barcellona, in Catalogna. Sono entrato nella Compagnia di Gesù nel 2000 con il profondo desiderio di servire i poveri. Un impulso che nel tempo si è perfezionato e purificato rispetto al semplice desiderio di servire, diventando qualcosa di più profondo e reciproco: intraprendere un cammino con quanti sono relegati ai margini della storia e della società. Ho il privilegio di far parte del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati – JRS già da qualche anno ormai
Segue >>>
Voices of Faith - 4° Festival della narrazione femminile in programma in Vaticano
Città del Vaticano, 28 febbraio 2017 – L'8 marzo, Giornata internazionale della donna, si svolgerà presso la Casina Pio IV, nel cuore del Vaticano, l'evento di narrazione femminile Voices of Faith. L'evento metterà in luce gli importanti contributi che donne di fede hanno dato e continuano a dare all'opera di costruzione della pace e della riconciliazione.
Segue >>>
Roma: Un saluto a p. Ken Gavin SJ
Roma: 22 febbraio 2017 – Padre Ken Gavin SJ ha trascorso oltre dieci della sua vita accompagnando, servendo e battendosi per il rispetto dei diritti dei rifugiati e degli sfollati con la forza. Dal 2003 al 2010 ha ricoperto la carica di Direttore regionale del JRS Stati Uniti, e dal 2011 al 2017 ha prestato opera presso l'Ufficio internazionale del JRS in veste di Vicedirettore internazionale.
Segue >>>
Etiopia: nei bambini la speranza per il domani
Mai Aini, 21 febbraio 2017 - Osmaan* ha trascorso tutta la vita ripartendo sempre da zero. Nato in una famiglia di agricoltori in quella che era l’Etiopia settentrionale, si è poi trasferito nel Sudan per lavorare con alcune compagnie petrolifere statunitensi, trivellando in profondità le aree petrolifere sudanesi.er lavorare con alcune compagnie petrolifere statunitensi, trivellando in profondità le aree petrolifere sudanesi.
Segue >>>
Ciad: incontro con il direttore nazionale, Alberto Martin Huertas
N'Djamena, 17 febbraio 2017 - Il 2017 rappresenta una sfida enorme per il JRS Ciad, poiché stiamo espandendo le nostre attività nell'ambito dell'istruzione primaria a cinque nuovi campi rifugiati a Farchana e Oure Cassoni. Al contempo, quest'anno sarà per noi la prima esperienza di attuazione di un Programma di protezione dell'infanzia. Una sfida notevole che comporterà tanto lavoro; ma noi siamo pieni di entusiasmo, e lo comprova la fiducia che i nostri benefattori ripongono in noi.
Segue >>>