Questo sito Web utilizza i seguenti tipi di cookies: di navigazione/sessione, analytics, di funzionalità e di terze parti. Facendo click su "Maggiori Informazioni" verrà visualizzata l'informativa estesa sui tipi di cookies utilizzati e sarà possibile scegliere se autorizzarli durante la navigazione sul sito.
MAGGIORI INFORMAZIONI
x

Thailandia: offrire servizi di vitale importanza alle persone in detenzione
27 gennaio 2014

L'ambulatorio del JRS è al momento la fonte primaria di assistenza sanitaria e psicologica per circa 70.000 detenuti all'anno alloggiati presso il centro di detenzione di Bangkok.
Da più di 30 anni il JRS si prende cura dei richiedenti asilo e dei migranti forzati che, rimasti in Thailandia dopo la scadenza del visto, e sono stati posti in detenzione. Anche le vittime del traffico di esseri umani si trovano nelle medesime condizioni: non sono in possesso di documenti e sono anch'essi detenuti. Gli uomini, le donne e i bambini che attualmente risiedono nell'IDC potrebbero rimanervi a tempo indeterminato.
Washington DC, 27 gennaio 2014 — Una donazione della J. Homer Butler Foundation ha consentito al Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati di offrire cure dentistiche ai detenuti del più grande centro di detenzione per immigrati della Thailandia, l'IDC Bangkok, che ospita ogni giorno una media di 1.000 persone.

Alla generosa donazione di 15.000 dollari USA fatta dalla J. Home Butler Foundation, si sono aggiunti altri 12.400 dollari delle Missioni gesuite dell'Austria e 82.660 dollari di una fondazione privata thailandese.

Da più di 30 anni il JRS si prende cura dei richiedenti asilo e dei migranti forzati che, rimasti in Thailandia dopo la scadenza del visto, e sono stati posti in detenzione. Anche le vittime del traffico di esseri umani si trovano nelle medesime condizioni: non sono in possesso di documenti e sono anch'essi detenuti. Gli uomini, le donne e i bambini che attualmente risiedono nell'IDC potrebbero rimanervi a tempo indeterminato.

Lo scopo complessivo del progetto è quello di migliorare il benessere fisico e psicologico dei detenuti aumentando l'accesso ai servizi sanitari e sociali, e fornendo cure mediche, pasti supplementari e attività sociali.

L'ambulatorio del JRS è al momento la fonte primaria di assistenza sanitaria e psicologica per circa 70.000 detenuti all'anno alloggiati in condizioni di sovraffollamento e scarsa igiene. Il personale medico a tempo pieno fornisce articoli igienici, medicine e servizi medici e psicologici ambulatoriali di vitale importanza, come le analisi per la tubercolosi e i test HIV.

Le autorità dell'IDC riconoscono l'importanza e il successo del JRS Thailandia nello sforzo compiuto per migliorare condizioni di salute e benessere dei detenuti presenti nella struttura di Bangkok. E grazie a ciò, l'organizzazione ha potuto fornire ogni mese assistenza sanitaria a centinaia di detenuti e condurre in ambulatorio screening per la tubercolosi sui detenuti a lungo termine. Quest'anno, il JRS si è inoltre preoccupato di sottoporre ai test anche le autorità dell'IDC, estendendo l'impegno a fornire questo servizio di vitale importanza.

Dall'ottobre del 2012 al settembre del 2013:
  • 12.089 sono state le visite effettuate dal personale del JRS ai detenuti in cella;
  • 705 persone sono state curate da un medico;
  • 456 persone sono state sottoposte a test per la tubercolosi;
  • 25 persone hanno ricevuto cure dentarie e 5 sono state sottoposte a visita oculistica; e
  • 45 persone  hanno ricevuto servizi di salute mentale.
Qualche esempio di persone aiutate l'anno scorso:
  • In seguito a un'aggressione, un detenuto tedesco è arrivato al centro IDC con lesioni sia fisiche sia psicologiche talmente gravi che non era possibile farlo rientrare nel suo paese. L'infermiera del JRS ha organizzato una visita con un medico e uno psicologo nell'ambulatorio del JRS; il paziente si è presto ripreso ed è potuto tornare indietro. Prima di andarsene, ha ringraziato l'organizzazione riconoscendo che non sapeva quanto a lungo sarebbe dovuto rimanere nell'IDC se non lo avessimo aiutato.
  • Una bambina vietnamita di cinque anni aveva difficoltà di udito ed è stata indirizzata dal JRS e la IOM a uno specialista esterno all'IDC per una visita. Il medico ha informato il JRS che la piccola aveva bisogno di un apparecchio acustico, altrimenti le sue condizioni si sarebbero aggravate portandola alla sordità. Il JRS le ha fatto avere l'apparecchio, e la IOM si è fatta carico degli spostamenti per le visite mediche di controllo con gli specialisti.
Grazie alla generosità della J. Homer Butler Foundation e di altri benefattori, il JRS ha potuto continuare a prendersi cura delle necessità di queste persone vulnerabili che si trovano in detenzione.




Press Contact Information
James Stapleton
international.communications@jrs.net
+39 06 69 868 468