Questo sito Web utilizza i seguenti tipi di cookies: di navigazione/sessione, analytics, di funzionalità e di terze parti. Facendo click su "Maggiori Informazioni" verrà visualizzata l'informativa estesa sui tipi di cookies utilizzati e sarà possibile scegliere se autorizzarli durante la navigazione sul sito.
MAGGIORI INFORMAZIONI
x

JRS: 30 anni al fianco dei rifugiati e ancora avanti, con la stessa profondità di sempre
09 novembre 2010

Nel mondo, il JRS fornisce servizi scolastici di primo, secondo e terzo livello, nonché formazione professionale a circa 280mila migranti tra bambini, giovani e adulti.
JRS, i rifugiati al primo posto

Roma, 9 novembre 2010 – Il 14 novembre 1980 – trenta anni fa – l'allora padre generale della compagnia di Gesù, lo spagnolo P. Pedro Arrupe fondò il Jesuit Refugee Service (Jrs). Lo fece con una lettera inviata a tutti i suoi gesuiti in cui invitava ad "occuparsi di coloro di cui nessuno si occupa". La prima azione del Jrs fu quella di soccorrere e aiutare i boat people vietnamiti. Da allora il numero di quanti nel mondo sono migranti forzati è aumentato in modo esponenziale: si calcola che siano circa 45milioni i migranti forzati nel mondo.

Oggi il JRS è un'organizzazione umanitaria internazionale che conta progetti in 51 paesi del mondo, ha ampliato in modo significativo la propria azione nei confronti dei rifugiati: educazione, assistenza sanitaria e tutela dei diritti umani sono gli impegni principali rivolti dal JRS a circa mezzo milione di profughi ogni anno nel mondo.

"L'accompagnamento è il cuore della nostra azione. Il nostro posto è vicino ai rifugiati, in contatto con la loro realtà: nei campi, nelle zone di conflitto e nei centri di detenzione… ai margini della società. La vicinanza ci insegna come servire i rifugiati e  tutelarne al meglio i diritti, oltre che promuovere la giustizia e la riconciliazione tra i popoli", ha spiegato il direttore del JRS Internazionale, Peter Balleis SJ.

Secondo il JRS desta particolare allarme l'aumento della disparità economica che mette in fuga dalla povertà estrema e dalle violazioni dei diritti umani, migliaia di uomini, donne e bambini costretti a vivere in condizioni disperate e per questo spesso vittime di sfruttamento e xenofobia.

Per questa ragione priorità del Jrs è, fin dalla sua nascita, riuscire a garantire un futuro sicuro e ai migranti forzati investendo in particolare nella loro istruzione e formazione. Nel mondo, il JRS fornisce servizi scolastici di primo, secondo e terzo livello, nonché formazione professionale a circa 280mila migranti tra bambini, giovani e adulti.

In questi trent'anni di attività, il JRS è rimasto fedele alla propria missione: andare dove maggiore è il bisogno, lavorando in cooperazione con religiosi e laici e accogliendo persone di ogni tradizione, cultura e religione.

Per commemorare i 30 anni di servizio ai rifugiati, tre organizzazioni della Compagnia di Gesù – Il JRS, il Centro Astalli e la Fondazione Magis – hanno organizzato un calendario di eventi:

  • il 9 novembre alle 16.00, P. Mark Raper SJ (già direttore del JRS Internazionale) terrà una lectio magistralis presso l'Università Gregoriana dal titolo "The world mobilised. The Jesuit Response to Refugees", e si inaugurerà una mostra fotografica sul lavoro del JRS nel mondo;
  • il 14 novembre alle ore 19.00, una celebrazione eucaristica nella chiesa del Gesù, concelebrante il Padre generale della Compagnia di Gesù, Adolfo Nicolas, seguito da un concerto dell'orchestra internazionale Sonidos de la Tierra, che sta compiendo una tournée mondiale per ricordare i 400 anni dalla morte di padre Matteo Ricci SJ

L'orchestra, composta da un gruppo di 40 giovani musicisti provenienti da comunità emarginate - alcuni dei quali sfollati - suoneranno musica moderna e tradizionale di Africa, Asia, America Latina ed Europa. Il tema, ovvero il superamento delle barriere culturali e linguistiche, è una testimonianza del sogno di un mondo in cui la pace non abbia confini.

Ufficio stampa:

JRS Ufficio Internazionale
James Stapleton
06 68 977 468; 346 234 3841; international.communications@jrs.net
www.jrs.net

Centro Astalli
Donatella Parisi
0669925099
astalli@jrs.net

Magis Italia
Maurizio Debanne
Tel: 06 697 00280
ufficio.stampa@magisitalia.org

Note
In tutto il mondo, il JRS opera in oltre 50 Paesi. Il suo staff, di circa 1.400 persone tra laici, gesuiti e altri religiosi, risponde ai bisogni, soprattutto educativi, sanitari e sociali, di 500.000 rifugiati e sfollati interni, metà dei quali sono donne. I servizi vengono assicurati ai rifugiati senza distinzioni di razza, origine etnica o religione.





Press Contact Information
Mr James Stapleton
international.communications@jrs.net
+39 06 6897 7465