Questo sito Web utilizza i seguenti tipi di cookies: di navigazione/sessione, analytics, di funzionalità e di terze parti. Facendo click su "Maggiori Informazioni" verrà visualizzata l'informativa estesa sui tipi di cookies utilizzati e sarà possibile scegliere se autorizzarli durante la navigazione sul sito.
MAGGIORI INFORMAZIONI
x

Repubblica Democratica del Congo: aiutare i vicini è una questione di amore
12 marzo 2012

Il teatro può essere uno strumento efficace per aiutare le donne a superare le divisioni a base etnica, Mweso, Repubblica Democratica del Congo orientale (Peter Balleis SJ/JRS)
Come donne, sono orgogliose di sapere che possono svolgere un ruolo importante nella comunità, dice Beatriz Garcia, Direttore dei progetti del JRS a Mweso, che opera con gruppi in situazioni di particolare vulnerabilità
Mweso, 12 marzo 2012 – Lavorare per la propria comunità dovrebbe essere una questione di solidarietà più che la ricerca di un guadagno. Questo è il focus dell'ultima iniziativa di sensibilizzazione del JRS nei campi per sfollati interni (IDP).

Lo slogan dell'iniziativa, 'L'amore non ha prezzo, non ha razza; l'amore non è zoppo' cerca di promuovere il lavoro volontario tra i residenti del campo. Fa parte di un più ampio lavoro del JRS con le donne sfollate nei campi, che comprende corsi di alfabetizzazione e incontri settimanali in cui discutere di problemi da sottoporre alle autorità del campo.

L'obiettivo dell'iniziativa è di incoraggiare le donne a prendersi cura delle persone più vulnerabili, i malati cronici, gli anziani, le vedove, le giovani madri single e gli orfani. Così, sperabilmente, le donne diventeranno attori di un processo di costruzione della comunità che superi le divisioni etniche.

"Incoraggiamo le donne a considerare l'aiuto ai vicini sofferenti come qualcosa di più di un lavoro, piuttosto una più profonda responsabilità, anche quando la comunità intera attraversa un momento di crisi", sottolinea Beatriz Garcia, Direttore dei progetti del JRS a Mweso, che opera con gruppi in situazioni di particolare vulnerabilità.

Da quando il JRS ha iniziato le attività a Mweso nel maggio 2011, una delle principali sfide affrontate dallo staff sul campo è stata l'individuazione di soluzioni creative, diverse dal pagamento in denaro, per incoraggiare le donne a partecipare al programma.

"Anche se JRS capisce bene che l'aiuto economico è in grado di fare la differenza per chi vive sulla soglia della povertà, a Mweso stiamo provando un approccio diverso. Anche se fin dall'inizio è stato difficile, fare leva sulla fiducia, sulla responsabilità e sulla compassione in quanto pietre miliari della comunità ci sta portando a risultati straordinari", continua la sig.ra Garcia

Teatro di comunità, superare la differenza etnica. Nell'ambito dell'iniziativa, il JRS ha organizzato una rappresentazione comunitaria che mette in scena la storia di due donne anziane, una hutu e una tutsi. La scena si apre con la donna hutu seduta da sola fuori dalla sua capanna, troppo vecchia e malata per lavorare, cercare cibo o legna per il fuoco.

"La mia vita è orribile," pensa, e si lamenta di non avere nulla da mangiare.

Poi nota una vecchia tutsi seduta da sola fuori dalla sua casa, e vede che anche lei sembra mal ridotta. La donna hutu vorrebbe aiutarla, ma non avendo nulla da offrire, non sa come. Dopo averci pensato un po', capisce di avere qualcosa da darle: il suo amore.

La donna hutu va dalla donna tutsi, scusandosi di poterle offrire solo la sua compagnia e la sua amicizia. La donna tutsi inizia a piangere e abbraccia la sua vicina, spiegando che è la prima volta che qualcuno va a trovarla da quando è arrivata nel campo, un anno prima.

"L'emozione delle donne che hanno assistito allo spettacolo è stata incredibile. Ci hanno detto di aver sentito che la differenza etnica non è il fattore principale in un rapporto di amicizia e che erano pronte ad avere un atteggiamento diverso nei confronti della gente sofferente nel campo", racconta la sig.ra Garcia.

Da allora, le donne che partecipano alle attività del JRS sono più entusiaste e sembrano dare meno importanza alla compensazione economica per il servizio svolto.

"Come donne, sono orgogliose di sapere che possono svolgere un ruolo importante nella comunità, come ad esempio difendere i diritti di chi vive situazioni di particolare difficoltà. Questo rinnovato senso di energia è palpabile  e noi non potremmo essere più felici per il loro spirito di coinvolgimento e partecipazione", conclude la sig.ra Garcia.




Press Contact Information
James Stapleton
international.communications@jrs.net
+39 06 69 868 468